PS4 – Undertale – Recensione


PS4, PSVita, Recensioni, Videogames / mercoledì, Gennaio 24th, 2018

Undertale è un gioco indie, esaltato dalla critica e dal pubblico, ma è davvero così speciale come si dice?

Umani e mostri
Il protagonista è un essere umano, un ragazzo, che si ritrova in un luogo sconosciuto e qui viene soccorso da un enorme “mucca” umanoide, che di fatto diventa la sua balia, promettendogli di proteggerlo per sempre. Senza entrare troppo nello specifico, il nostro “eroe” si è ritrovato in un mondo parallelo a quello “Umano”, dove invece la popolazione è fatta dai cosidetti “mostri”, diciamo esseri non umani e apparentemente ostili. In questo contesto all’apparenza semplicistico, si svolgerà la piccola avventura del nostro eroe umano, fatto di situazioni ed incontri unici, da scheletri parlanti, a strani mostri, personaggi improbabili e scontri a dir poco inaspettati.

Gioco di ruolo?
Undertale offre una visuale decisamente retrò, con una visuale a volo d’uccello ed una grafica ad 8-bit. Si presenta inoltre con una struttura molto classica, con scontri casuali, esplorazioni accompagnate da qualche puzzle ambientale, dialoghi ad intermezzare l’avventura, e scontri con veri e propri boss. La prima novità che salterà all’occhio sono proprio gli scontri, infatti oltre al classico comando per “attaccare” ed usare oggetti, ne avremo uno per “parlarci”, ed uno per “risparmiarlo”, passando di fatto il turno senza essere ostili in alcun modo, ed è questa una delle particolarità del titolo. Se opteremo però per una strategia più bellica, ci si parerà davanti una interessante novità, infatti la parte difensiva non sarà passiva, ma assolutamente dinamica! Niente affidamento della nostra sopravvivenza ad un virtuale lancio di dadi, ma dovremo schivare gli attacchi nemici guidando il nostro “cuoricino” che ci rappresenta all’interno di un “quadrato di battaglia”, nel quale dovremo muoverci agilmente per evitare ogni cosa che ci verrà scagliata contro.

Una storia mutevole
Di fatto è possibile finire tutto il gioco senza far del male ad una mosca, e questa sarà una delle scelte possibili, che influenzeranno dialoghi e situazioni durante l’avventura, tuttavia è anche possibile decidere di affrontare il nostro viaggio uccidendo tutto ciò che ci si para davanti, oppure una più classica via di mezzo, decidendo di volta in volta come comportarsi. Risparmiare gli avversari più importanti, ma anche i singoli mostri, porterà a tante piccole chicche durante il gioco, che chiaramente ci risulteranno più evidenti se faremo più di una partita, cosa consigliata e fattibile, vista la complessiva brevità del gioco.

Conclusioni
Undertale è un titolo atipico, più profondo e completo di quello che sembra all’apparenza. Una storia semplice ma complessa,
un gameplay immediato ma impegnativo, un mondo piccolo ma denso

Voto:90

+ Gli eventi ed i dialoghi si modificano a seconda delle nostre scelte

+ Gameplay intelligentemente dinamico

– Location troppo lineari e spoglie

– Graficamente antiquato, può non piacere a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.