PSVR – VR Worlds – Recensione


PS4, PSVR, Recensioni, Videogames / martedì, Gennaio 29th, 2019

Sviluppato dallo studio interno di Sony, London Studio, VR Worlds è una raccolta di 5 giochi in VR,
presentato come un pacchetto interessante per chi si approccia per la prima volta al visore, che offre 5 diverse esperienze virtuali per tutti i palati.

VR Luge
Partiamo dal peggiore della raccolta. In pratica (virtualmente) sdraiati su un carrello, dovremo scendere lungo strade trafficate, schivando ad alta velocità gli ostacoli e le auto presenti con il movimento della nostra testa, utilizzata per cambiare direzione di discesa. L’obiettivo è raggiungere velocemente i vari checkpoint, così da non far scadere il tempo, e poter proseguire nella folle corsa nei 4 livelli disponibili. Questa modalità risulta tutto sommato abbastanza noiosa, graficamente dimenticabile, e piuttosto propensa al Motion Sickness.

London Heist
Una breve storia in cui impersoniamo un ladro, che in combutta con i suoi soci ha rubato un diamante dal grande valore, peccato che questo sia poi scomparso ed ora credono che l’abbiamo fatto sparire noi. Consigliati i due Move controller, questa breve esperienza ci permette di interagire in modo soddisfacente con l’ambiente, di compiere azioni naturali come aprire cassetti, prender in mano un pistola, e così via… durante gli scontri a fuoco potremo anche muoverci col corpo per ripararci dai proiettili, e nelle fasi narrate si può godere di una discreta recitazione dei protagonisti, con tanto di scelta finale.

Scavenger Odissey
A bordo di una strana macchina spaziale quadrupede, dovremo muoverci di asteroide, difendendoci da insetti alieni, per raggiungere un misterioso manufatto. In questa avventura nello spazio, dovremo letteralmente saltare e combattere, in una esplorazione lineare e in scontri tutt’altro che complessi. Gli scontri a fuoco sono poco dinamici od originali, solo lo scontro finale risulta un minimo divertente, mentre l’esplorazione con lo scopo di farci vivere un’esperienza particolare nello spazio, risulta in una forte sensazione di motion sickness, anche per i veterani del VR. Anche qui meccaniche troppo abbozzate.

Danger Ball
Il modo più semplice per spiegarlo è definirlo Pong in VR. Useremo la nostra testa per respingere una sfera e tentare di bucare il muro avversario. I sei livelli sono di difficoltà crescente, con avversari che proteggono il proprio muro con forme ed abilità diverse. In generale è forse il titolo più semplice, ma per certi versi è tra i più efficaci.

Ocean Descent
Qui più che di un gioco, si deve parlare di una mini esperienza nelle profondità oceaniche. Nonostante compaia come 3 diverse esperienze, difatto la prima le raccoglie tutte e tre, mentre le altre due disponibili sono uno spezzone della prima. Detto ciò, saremo un sub che viene calato nelle profondità marine dentro una gabbia di metallo, e potremo quindi assistere alla comparsa di diverse creature marine, tra cui un enorme squalo bianco. L’esperienza non è in alcun modo interattiva, ed è un modo simpatico per far provare il visore VR anche a chi non è assolutamente avvezzo ai videogiochi.

Conclusioni
VR Worlds è una raccolta di giochi VR abbastanza variegata, ma poco soddisfacente. Lube è noioso, Danger Ball è simpatico ma poco profondo, Scavenger Odissey e London Heist tentano qualcosa di più, ma non sembrano nulla più che brevi demo, ed infine Ocean Descent è puramente una breve esperienza visuale. Per pochi euro o regalato è un pacchetto simpatico da mostrare agli amici, ma ad oggi c’è molto di meglio. A dirla tutta già all’uscita c’era un certo Playroom VR, gratuito e molto superiore in qualità, pur se più party game. Sufficienza considerato che era uno dei primi titoli usciti, ad oggi largamente ignorabile.

Voto:60

+ Raccolta abbastanza variegata

+ Oramai si trova a poco, o in regalo nei bundle

– Graficamente anche su PS4PRO rimane un po’ carente

– Esperienze povere e brevi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.