Crea sito
Gen 312017
 

steins-gate-0-title
Grazie al successo della precedente Visual Novel, Steins Gate torna con questo capitolo chiamato 0, che riprende la storia da una dei finali del precedente racconto.

Visual Novel?
Piccola digressione… cos’è una Visual Novel? In pratica è un racconto interattivo. E’ come leggere un libro con tanto di immagini, doppiaggio, e la rara possibilità di intervenire a modificare alcuni eventi. Esistono molti sottogeneri, in questo caso siamo davanti a quello più puro nella definizione, in quanto i reali interventi che potremo attuare per modificare la storia sono circa 6 per tutta la durata del gioco (intorno alle 15-20 ore, a seconda della vostra velocità di lettura), oltre che poter consultare di tanto in tanto il cellulare per rispondere a degli sms.

Steins Gate Zero
Fondamentale è aver giocato all’episodio precedente, altrimenti si capirà ben poco della storia, oltre al fatto che mancherebbe il legame con i personaggi e le loro vicende, rendendo il tutto molto meno coinvolgente.
La storia parte, e fermatevi qui se non volete enormi spoiler su uno dei finali del precedente capitolo, dalla conclusione in cui Rintaro accidentalmente uccide Kurisu dopo l’ennesimo viaggio nel tempo nel tentativo di distruggere l’IBN 5100, e salvare Mayuri da morte certa nella linea temporale in cui si trovava. La storia parte quindi con il conflitto interiore del protagonista, che non riesce ad accettare di aver fallito la sua missione e dover vivere col rimorso di aver ucciso la persona che amava.
steins-gate-0-kurisu

Intelligenza Artificiale
La nuova storia si concentra su nuovi personaggi, pur mantenendo una forte connessione con Kurisu, la quale è in questo caso un’intelligenza artificiale creata sulla sua persona quando era ancora viva, così come i tanti discorsi e teorie non verteranno più sui viaggi nel tempo, ma approfondiranno la tematica della complessità di creare una IA. Oltre ai nuovi personaggi, ci saranno tantissimi ritorni dal precedente capitolo, ritoccati sul piano grafico e in modo curato anche dal lato della personalità, dove viene dato un po’ di spazio in più ad esempio a Lukako.

Leggere, leggere, leggere
Essendo una Visual Novel, si legge e anche parecchio. La storia è ancora una volta scritta benissimo e scorrevole, dividendosi tra momenti rilassanti e scanzonati, questioni più serie dove viene affrontata la tematica dell’intelligenza artificiale, e anche momenti di azione e tensione. Così come nel precedente capitolo si interveniva nel modificare la storia tramite l’uso del telefono, ugualmente avviene in Steins Gate 0 quando si interagisce con Amadeus (l’intelligenza artificiale sotto forma di Kurisu Ndr.), è consigliabile quindi effettuare salvataggi strategici per poter tornare sui propri passi nel momento in cui si raggiunge uno dei vari finali disponibili.
steins-gate-0-mayuri

Conclusioni
Steins Gate 0 non delude le aspettative, e porta sulle nostre PSVITA (e PS4) un’altra splendida storia in cui immergersi. Il doppiaggio in giapponese rimane di ottima qualità, la traduzione (solo in inglese) è scorrevole e comprensibile, così come rimangono disponibili i tanti “tips” che spiegano alcuni termini particolari usati nella storia.

Voto:95

+ Una delle migliori Visual Novel in circolazione insieme al precedente capitolo

+ Ottimo comparto grafico e sonoro

– Manca il Cross-Save tra PS4 e PSVITA

– E’ un libro di fatto più che un gioco, è un genere che va apprezzato

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Login with Facebook: